Il diritto all’identità personale sollecita oggi all’interprete innumerevoli riflessioni, che involgono la sua persistente attualità dinanzi al dilagante avanzare delle nuove tecnologie, il che giustifica il crescente interesse che negli ultimi anni la letteratura giuridica, non solo privatistica, ha riservato all’argomento. L’indagine pone all’attenzione il percorso di individuazione ed evoluzione dell’identità sia nel mondo reale che in quello digitale, con particolare riferimento ai temi della memoria e dell’oblio. Il concetto di identità personale approda ad una nuova frontiera, evolve e si trasforma: al giurista è affidato il compito di trovare il giusto equilibrio tra la tutela di quei diritti personalissimi, che costituiscono l’essenza stessa di ogni essere umano, e la costante e rapidissima crescita di un mezzo di comunicazione di massa dalle straordinarie potenzialità. È necessaria l’elaborazione di un bagaglio concettuale rinnovato, destinato spesso a precorrere successivi sviluppi legislativi e rispettoso sia degli interessi esistenziali della persona, che dell’unitarietà e complessità dell’ordinamento giuridico.

Ignazio Tardia (2017). L'identità digitale tra memoria ed oblio. Napoli : Edizioni Scientifiche Italiane.

L'identità digitale tra memoria ed oblio

Ignazio Tardia
2017-01-01

Abstract

Il diritto all’identità personale sollecita oggi all’interprete innumerevoli riflessioni, che involgono la sua persistente attualità dinanzi al dilagante avanzare delle nuove tecnologie, il che giustifica il crescente interesse che negli ultimi anni la letteratura giuridica, non solo privatistica, ha riservato all’argomento. L’indagine pone all’attenzione il percorso di individuazione ed evoluzione dell’identità sia nel mondo reale che in quello digitale, con particolare riferimento ai temi della memoria e dell’oblio. Il concetto di identità personale approda ad una nuova frontiera, evolve e si trasforma: al giurista è affidato il compito di trovare il giusto equilibrio tra la tutela di quei diritti personalissimi, che costituiscono l’essenza stessa di ogni essere umano, e la costante e rapidissima crescita di un mezzo di comunicazione di massa dalle straordinarie potenzialità. È necessaria l’elaborazione di un bagaglio concettuale rinnovato, destinato spesso a precorrere successivi sviluppi legislativi e rispettoso sia degli interessi esistenziali della persona, che dell’unitarietà e complessità dell’ordinamento giuridico.
Settore IUS/01 - Diritto Privato
978-88-495-3393-4
Ignazio Tardia (2017). L'identità digitale tra memoria ed oblio. Napoli : Edizioni Scientifiche Italiane.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
L'identità digitale tra memoria e oblio.pdf

Solo gestori archvio

Tipologia: Versione Editoriale
Dimensione 511.2 kB
Formato Adobe PDF
511.2 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri   Richiedi una copia

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10447/417958
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact