Parlamento e romanzo: casta agli albori e scrittori pessimisti