Sulla possibilità di estendere l'informazione climatica del passato attraverso le serie dendrocronologiche