Cronotopi conradiani, Neri e narcisi nello spazio-tempo colonialistico