Segni, disegni e musei nel territorio: il caso tedesco