L’ISCHEMIA MIOCARDICA NEL SOGGETTO IPERTESO: IL RUOLO DELLE ALTERAZIONI DEL MICROCIRCOLO CORONARICO