Il volume è il catalogo di una mostra sul territorio che ha seguito il principio del museo diffuso partendo dalle collezioni del Museo Diocesano di Palermo. L'iniziativa ha previsto l'individuazione di un tema fortemente legato al territorio e alla devozione e storia locali, come museologicamente richiesto per la natura dell'istituzione che la promuoveva. Sono state, dunque, selezionate le opere che hanno composto un itinerario in città come rete di chiese diocesane in ognuna delle quali le stesse erano appositamente valorizzate. Il volume si compone di un saggio introduttivo e delle singole schede di catalogo, sviluppate con l'apposita bibliografia di riferimento, che hanno consentito di comporre un mosaico relativamente all'iconografia delle quattro principali sante patrone della città (Agata, Cristina, Oliva e Ninfa) e al suo sviluppo nel corso dei secoli rispetto a diverse modalità di espressione artistica, in cui prevalgono la pittura e la scultura. Tra quelle prese in considerazione (dal XIII alla prima metà del XX secolo) spiccano le sculture di Antonello Gagini e le pale di Carlo Maratti e Anton van Dyck.

Palazzotto, P. (2005). Sante e Patrone. Iconografia delle Sante Agata, Ninfa, Cristina e Oliva nelle chiese di Palermo dal XII al XX secolo. PALERMO : Amici dei Musei Siciliani.

Sante e Patrone. Iconografia delle Sante Agata, Ninfa, Cristina e Oliva nelle chiese di Palermo dal XII al XX secolo

PALAZZOTTO, Pierfrancesco
2005

Abstract

Il volume è il catalogo di una mostra sul territorio che ha seguito il principio del museo diffuso partendo dalle collezioni del Museo Diocesano di Palermo. L'iniziativa ha previsto l'individuazione di un tema fortemente legato al territorio e alla devozione e storia locali, come museologicamente richiesto per la natura dell'istituzione che la promuoveva. Sono state, dunque, selezionate le opere che hanno composto un itinerario in città come rete di chiese diocesane in ognuna delle quali le stesse erano appositamente valorizzate. Il volume si compone di un saggio introduttivo e delle singole schede di catalogo, sviluppate con l'apposita bibliografia di riferimento, che hanno consentito di comporre un mosaico relativamente all'iconografia delle quattro principali sante patrone della città (Agata, Cristina, Oliva e Ninfa) e al suo sviluppo nel corso dei secoli rispetto a diverse modalità di espressione artistica, in cui prevalgono la pittura e la scultura. Tra quelle prese in considerazione (dal XIII alla prima metà del XX secolo) spiccano le sculture di Antonello Gagini e le pale di Carlo Maratti e Anton van Dyck.
Settore L-ART/04 - Museologia E Critica Artistica E Del Restauro
Settore L-ART/02 - Storia Dell'Arte Moderna
978-88-907899-2-2
Palazzotto, P. (2005). Sante e Patrone. Iconografia delle Sante Agata, Ninfa, Cristina e Oliva nelle chiese di Palermo dal XII al XX secolo. PALERMO : Amici dei Musei Siciliani.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Sante_e_Patrone-libre.pdf

accesso aperto

Dimensione 3.81 MB
Formato Adobe PDF
3.81 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10447/25134
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact