L'invenzione del silenzio come logica culturale di costruzione identitaria